Calendario Eventi

Agosto 2017
L M M G V S D
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Login Form

Orario Sante Messe

Feriale: ore 7,30
Festivo: ore 9,00 – 10,30
Sabato :  Adorazione Eucaristica Comunitaria Ore 17,00 (ora legale 18,00)
S. Messa Vespertina Festiva ore 18,00 (ora legale 19,00)

Una Mattonella per la tua Chiesa

"Raccolta fondi per la ripavimentazione della Chiesa"

IBAN:    IT63 J010 1015 2110 4120 0004 652

Qui trovi l'App del Convento

qrappconvento

Ordine Francescano Secolare (OFS)

 

La sigla OFS incute, molto spesso, curiosità in chi non conosce la famiglia francescana, tanto da portare gli stessi a chiedere cosa stia ad indicare l’OFS o che cosa sia l’OFS.

L’OFS, abbreviazione della terminologia Ordine Francescano Secolare, è una delle tre componenti fondamentali della grande Famiglia Francescana che è costituita dai tre specifici Ordini: il Primo Ordine, i frati, il Secondo Ordine, le religiose contemplative o clarisse e il Terzo ordine, ossia i laici. Per cui l’OFS è il primo grande movimento laicale nella storia della Chiesa, costituito da cristiani che, per una vera e propria vocazione, si impegnano a vivere il Vangelo seguendo le orme di San Francesco d’Assisi, nel proprio stato secolare, osservando una Regola specifica approvata e riconosciuta dalla Chiesa. E' proprio la vocazione quella che distingue, dal punto di vista della motivazione, l'appartenenza all’OFS rispetto ad altre pie associazioni. I francescani secolari, infatti, proprio perché facente parte di un Ordine, dopo un periodo di formazione e di approfondimento spirituale e culturale, emettono una vera e propria " Professione", che inizialmente è temporanea e poi definitivamente perpetua, con la quale si impegnano a vivere la propria vocazione francescana in ogni situazione della vita.

I fratelli e le sorelle dell'Ordine Francescano Secolare cercano la persona vivente ed operante di Gesù negli altri fratelli, nella Chiesa, nella Parola di Dio, nella liturgia, annunciano e testimoniando Cristo con la vita e con le opere.

L’OFS è un Ordine presente oggi in tutto il mondo con circa un milione di aderenti e si estende come proposta di cammino francescano anche ai giovani (Gi.Fra.) e ai più piccoli (Araldinato).

Dal punto di vista storico, l’OFS nasce per espressa volontà di San Francesco d’Assisi sollecitato a dare una risposta alle tante persone che volevano condividere il suo cammino evangelico ma che impegnate nel mondo non potevano entrare in un convento. Francesco, quindi, rispondendo a tale richiesta apre la possibilità di raggiungere la santità di vita anche allo stato laicale, e questo in un secolo, il 1200, in cui il rapporto profondo con Dio, il tendere alla perfezione della vita cristiana, sembrava essere appannaggio esclusivo dei chierici e di coloro che si ritiravano dal mondo, i monaci. Con intuizione profetica Francesco, attraverso la via della penitenza, propone ai laici, uomini e donne, sposati e non sposati, di ogni età e di ogni condizione, di vivere il Vangelo nella propria giornata, nella propria famiglia, nel proprio lavoro.

La penitenza, certo, non era qualcosa di negativo e da evitare ma, intesa nel suo significato più profondo, era il mezzo di conversione, di cambiamento di cuore e di mente, che unita alla quotidianità, al vivere nel mondo, dava la possibilità per tutti di accedere alla comunione totale con Dio. Francesco, pensa di dare, come ai frati e alle suore, anche ai fratelli e alle sorelle della penitenza, poi definiti con il passare del tempo terziari francescani, una regola di vita penitenziale. A tale proposito stila un vero e proprio programma di vita, per quanti vogliono vivere evangelicamente nel mondo, che troviamo attestato nella “Lettera ai Fedeli di Esortazione ai Fratelli e alle Sorelle della Penitenza” datata 1215, ormai riconosciuta da tutti come il documento sorgivo dell’OFS.

Nel corso dei secoli le esigenze e i cambiamenti dei tempi portarono ad una evoluzione e ad un rinnovamento anche della Regola dell’OFS, sino a giungere alla sua definitiva approvazione nel 1978, ad opera di Papa Paolo VI, che pone quale Prologo alla stessa, proprio la lettera di ”Esortazione ai Fratelli e alle Sorelle della Penitenza”. A conferma dell’importanza e della grande valenza di questa Regola, tutt’ora vigente, nel 1982, Papa Giovanni Paolo II, ormai santo, nell’udienza concessa all’OFS mondiale, definisce questa Regola come un autentico tesoro, sintonizzata allo Spirito del Concilio Vaticano II e rispondente a quanto la Chiesa attende dai francescani secolari, raccomandando di studiarla, amarla e viverla.